Tel. +39 0963 567103 - info@scuolainfanzialacoccinella.it
Demo

Progetto di crescita e rafforzamento "Il dono del tempo"

 Il progetto nasce per sostenere e per rispondere alle esigenze delle famiglie che spesso, preoccupate e disorientate, manifestano difficoltà nell’affrontare un disagio o atteggiamenti e comportamenti dei propri figli. Il percorso di crescita di questi bambini e delle loro famiglie può essere supportato dall’incontro con figure professionali specializzate.

 

Le difficoltà o i disagi che il bambino può manifestare

  • Difficoltà emotive(manifestazione di paure e ansie, difficoltà a separarsi dai genitori, umore depresso, inibizione emotiva);
  • Difficoltà di attenzione e di concentrazione(difficoltà di stare alle regole, eccessiva irrequietezza, difficoltà a mantenere l’attenzione);
  • Difficoltà nell’addormentamento o nel sonno(difficoltà ad addormentarsi, frequenti risvegli notturni, presenza di incubi e sonno disturbato, angoscia nel rimanere soli nella propria cameretta);
  • Disturbi dell’alimentazione(rifiuto del cibo, desiderio smodato di mangiare, obesità infantile, ristrettezza e selettività alimentare);
  • Difficoltà scolastiche(peggioramento nel rendimento scolastico, paura di andare a scuola);
  • Difficoltà relazionali(relazioni difficili con i coetanei, isolamento e emarginazione nel gruppo classe, mancanza di interesse);
  • Difficoltà nel controllo degli sfinteri: enuresi notturna, encopresi (quando il bambino fa la pipì a letto o non riesce a controllare le proprie evacuazioni);
  • Difficoltà nella comunicazione(ritmo rallentato nell’acquisizione del linguaggio o regressione nell’uso del linguaggio, balbuzie, mutismo selettivo, ritardo nell’acquisizione della parola, tendenza a parlare come bambini di età inferiore alla propria);
  • Problematiche relazionali (timidezza spiccata, stati di isolamento; separazione, lutto, trauma);
  • Bambini non vedenti;
  • Bambini affetti da sindrome di Down;
  • Bambini con disturbo dello spettro dell’autismo.

 

L’equipe

Il team della Scuola La Coccinella si occupa dello sviluppo dei bambini da una prospettiva psico-pedagogico da diversi anni, durante i quali si è evidenziato come il cambiamento della società in evoluzione e la crisi sociale ha inciso sulla società e di conseguenza sulla crescita psico-fisica dei bambini. Pertanto la scuola si propone di arricchire l’offerta con percorsi di crescita sostenuti da professionisti specializzati.

L’equipe è costituita da:

  • Dott.ssa Cristina Vallin, psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale presso ASCOC -Accademia di Scienze cognitive e comportamentali della Calabria- e perito presso il Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano della Calabria, esercita la libera professione tra Lamezia Terme e Vibo Valentia. Si occupa di formazione, valutazione psicologica, psicoterapia individuale e di coppia, ma anche di sostegno alla genitorialità.
  • Dott.ssa Francesca Pietropaolo, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportale attualmente in formazione, tecnico del comportamento (Corso R.B.T.  Iescum). Lavora come consulente esterno presso strutture scolastiche concentrando l’intervento prevalentemente sui disturbi del comportamento, disturbi dello sviluppo e disturbi dello spettro autistico. Attualmente lavora come terapista domiciliare per  bambini con disturbo dello spettro autistico applicando i principi ABA (Analisi Applicata del Comportamento). Ha inoltre esperienza privata come terapista cognitivo comportamentale per adulti e adolescenti.
  • Dott.ssa Costanza Paolo, logopedista in formazione con comprovato tirocinio presso il Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II (Lamezia Terme), l’Ospedale Civile Annunziata (CS), i reparti di neurologia e otorinolaringoiatria dell’ Ospedale G. Jazzolino (VV), il reparto di neuropsichiatria infantile dell’ Azienda Sanitaria Provinciale Pizzo (VV), il Centro di Riabilitazione Estensiva Casa della Carità (VV), dove ha approfondito le conoscenze nell’ambito della prevenzione, della diagnosi e del trattamento dei disturbi del linguaggio e della comunicazione, in particolare: disturbi nello sviluppo del linguaggio (articolazione, vocabolario, grammatica), della fluenza verbale (balbuzie), articolatori (labiopalatoschisi), in ambito orofacciale (deglutizione atipica), di lettura, scrittura e calcolo e nella produzione di testi.
  • Dott. Fabrizio Governali, laureato in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva, professionista della salute che opera in campo riabilitativo. Collabora con l’equipe multidisciplinare ed elabora il programma di prevenzione, terapia e riabilitazione volto al superamento del bisogno di salute del bambino per uno sviluppo psicomotorio globale del bambino. Svolge attività terapetica per il recupero delle abilità neuropsicomotorie, psicomotorie e neuropsicologiche in età evolutive utilizzando tecniche specifiche per fascia d’età e per singoli stadi di sviluppo.
  • Dott. Gianluca Paletta laureato in Sociologia, percussionista, Arteterapeuta, Musicoterapeuta e tecnico del modello Benenzon. Lavora attualmente per due centri diurni, occupandosi di Autismo, Psicosi, Sindrome di Down, Sla e Sclerosi Multipla e disturbi dell’apprendimento. Ha partecipato a diversi Work Shop sul linguaggio non verbale e sul modo in cui il suono, il corpo e la voce diventano strumenti di espressione e di consapevolezza.
  • Dott.ssa Elena Congestrì, psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale, socia fondatrice della Cooperativa Sociale “Batti Cinque” ONLUS di Rende (CS). Ha esperienza nell’ambito degli interventi psicologici in contesto familiare e scolastico per bambini con difficoltà dello sviluppo e bambini con disturbo dello spettro dell’autismo, sordità, disturbi del comportamento. Utilizza l’Analisi del Comportamento Applicata (ABA- Applied Behavior Analysis) e prosegue la sua formazione nell’ambito presso il Florida Institute of Technology. Ha avuto esperienza nella ricerca nell’ambito della comunicazione infantile e della lingua dei segni.
  • Dott. Andrea Guido, psicologo e psicoterapeuta cognitivo comportamentale, Presidente e socio fondatore della Cooperativa Sociale “Batti Cinque” ONLUS di Rende (CS). Ha esperienza nell’ambito degli interventi psicologici in contesto familiare e scolastico per bambini con difficoltà dello sviluppo e bambini con disturbo dello spettro dell’autismo, disturbi del comportamento e adolescenti in situazione di disagio. Utilizza l’Analisi del Comportamento Applicata nell’ambito della quale ha conseguito un Master ABA Post Experience presso Iescum (Istituto Europeo per la Scienza del Comportamento Umano).

 

Le attività

  • Laboratorio di mindfulness “con i piedi per terra” - Il laboratorio si pone come principale obiettivo quello di accompagnare i nostri bimbi attraverso un percorso di crescita personale e sociale, VERSO una maggiore consapevolezza di sé e dell’altro, utilizzando la mindfulness come cornice che guiderà i nostri passi nei vari incontri. La Mindfulness, intesa come consapevolezza di sé e abilità di vivere se stesso e l’altro nel qui e ora, migliora la capacità di prestare attenzione, di calmare l’agitazione e di dare strumenti per prendere decisioni migliori. Aiuta anche i bambini a riconoscere il proprio stato emotivo, prerequisito fondamentale per l'autoregolazione e le interazioni sociali. I bambini verranno accompagnati nella sperimentazione delle tematiche scelte, e ciò avverrà naturalmente attraverso l’uso del gioco (luogo sicuro nella sperimentazione di sè), lo scambio e la condivisione e la riscoperta di sé attraverso il confronto.
  • Laboratorio musicale “Giochiamo con la musica” - Questo laboratorio musicale è pensato per sostenere lo sviluppo della fiducia del bambino in sé stesso e aiutarlo a scoprire, sviluppare, rinforzare competenze per una crescita armoniosa tra corpo e mente. La musica aiuta il bambino a sviluppare le capacità d’ascolto e d’attenzione, competenze fondamentali conosciute come “prerequisiti dell’apprendimento”, a muoversi nello spazio attraverso il corpo, il suono e il movimento, in un contesto di gioco che sostiene i tempi d’attenzione del bambino perché motivato, impegnato con tutto se stesso in un’attività che lo coinvolge dai piedi alla testa.
  • Laboratorio di psicomotricità “Palla pallina” - La terapia psicomotoria si pone come obiettivo il potenziamento della conoscenza dello schema corporeo, lo sviluppo di abilità e il potenziamento di abilità grosso e fino-motorie, ampliando i concetti spazio-temporali e le competenze logico-cognitive e favorendo, inoltre, lo sviluppo affettivo e relazionale .
  • Laboratorio logopedico “Dire, fare, emozionare” - Laboratorio di potenziamento linguistico volto a sviluppare e/o potenziare la dimensione relazionale ed espressiva del linguaggio, ma anche il ruolo che il linguaggio svolge nell’apprendimento. Obiettivo del laboratorio è evidenziare precocemente i punti di forza e di debolezza del linguaggio dei bambini, al fine di costruire un progetto mirato a facilitarne le acquisizioni e monitorarne l’evoluzione.
    Il laboratorio di potenziamento del linguaggio prevede attività di allineamento fonetico-fonologico, morfosintattico, di acquisizione dei pre-requisiti matematici, espansione della frase.
  • Terapia di sostegno per DSA Disturbi Specifici dell’Apprendimento – La terapia a sostegno ai bambini DSA (diagnosticati in precedenza da centro specializzato) coinvolge i bambini e le loro famiglie in percorsi concreti di potenziamento all’ apprendimento, al miglioramento della propria autostima, ad offrire forme di aiuto e supporto per migliorare l’autonomia, la motivazione al cambiamento. Offre suggerimenti e metodologie sia ai genitori che alla scuola volto al miglioramento e al superamento dei disturbi specifici dellˋapprendimento.
  • Musicoterapia - La musicoterapia è una disciplina che ha l’obiettivo, attraverso l’utilizzo del corpo, del suono e della voce, di valorizzare il bambino stimolandone la componente sia affettiva che emozionale e trasformando elementi apparentemente quotidiani, come un canto, una parola, un suono o il semplice gesto di camminare in veri e propri strumenti di espressione. Attraverso l’atto di esprimersi il bambino trova il suo spazio, protetto e non giudicante, per riconoscere e riconoscersi e mettendosi in ascolto con aspetti creativi a lui sconosciuti o mai pienamente valorizzati.
  • Terapia neuropsicomotoria - Il terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, in riferimento alle diagnosi e alle prescrizioni mediche, nell'ambito delle specifiche competenze:
  • adatta gli interventi terapeutici alle peculiari caratteristiche dei pazienti in età evolutiva con quadri clinici multiformi che si modificano nel tempo in relazione alle funzioni emergenti;
  • individua ed elabora, nell'equipe multiprofessionale, il programma di prevenzione, di terapia e riabilitazione volto al superamento del bisogno di salute del bambino con disabilità dello sviluppo;
  • attua interventi terapeutici e riabilitativi nei disturbi percettivo-motori, neurocognitivi e nei disturbi di simbolizzazione e di interazione del bambino fin dalla nascita;
  • attua procedure rivolte all'inserimento dei soggetti portatori di disabilità e di handicap neuro-psicomotorio e cognitivo; collabora all'interno dell'equipe multiprofessionale con gli operatori scolastici per l'attuazione della prevenzione, della diagnosi funzionale e del profilo dinamico-funzionale del piano educativo individualizzato;
  • svolge attività terapeutica per le disabilità neuropsicomotorie, psicomotorie e neuropsicologiche in età evolutiva utilizzando tecniche specifiche per fascia d'età e per singoli stadi di sviluppo;
  • attua procedure di valutazione dell'interrelazione tra funzioni affettive, funzioni cognitive e funzioni motorie per ogni singolo disturbo neurologico, neuropsicologico e psicopatologico dell'età evolutiva;
  • identifica il bisogno e realizza il bilancio diagnostico e terapeutico tra rappresentazione somatica e vissuto corporeo e tra potenzialità funzionali generali e relazione oggettuale;
  • elabora e realizza il programma terapeutico che utilizza schemi e progetti neuromotori come atti mentali e come strumenti cognitivi e meta-cognitivi; utilizza altresì la dinamica corporea come integrazione delle funzioni mentali e delle relazioni interpersonali;
  • verifica l'adozione di protesi e di ausili rispetto ai compensi neuropsicologici e al rischio psicopatologico;
  • partecipa alla riabilitazione funzionale in tutte le patologie acute e croniche dell'infanzia;
  • documenta le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata secondo gli obiettivi di recupero funzionale e le caratteristiche proprie delle patologie che si modificano in rapporto allo sviluppo.
  • Terapia logopedica - La terapia logopedica è un intervento abilitativo e/o riabilitativo che ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino. La logopedista agisce stimolando nel bambino i livelli di attenzione selettiva utile per la discriminazione di suoni e parole, lavora sulla costruzione delle frasi e sul loro significato. I ritardi e i difetti del linguaggio, le difficoltà della pronuncia e dell’apprendimento sono una condizione frequente nell’età prescolare e si manifestano con quadri clinici molto diversi tra loro.

La terapia logopedica si rivolge ai bambini con disturbi nell’ambito:

  • della produzione orale (disturbi espressivi del linguaggio);
  • della comprensione (disturbo recettivo del linguaggio);
  • di entrambe (disturbo misto del linguaggio);
  • balbuzie;
  • difficoltà ambientali.
  • Psicoterapia bambini - Il percorso di psicoterapia per bambini, volto a superare un disagio del minore dovuto a tensioni famigliari, separazioni, traumi famigliari .... Il tipo di legame tra bambini e genitori, pur con sfumature legate all’età, fa si che spesse volte siano i genitori stessi, attraverso alcuni cambiamenti nello stile famigliare e nella relazione con i bambini a facilitare il benessere dei loro figli. Per questo motivo la conoscenza del bambino, il suo disagio e anche il percorso di cura vedono il coinvolgimento diretto dei genitori e del contesto famigliare.
  • Psicoterapia genitore/famiglia – Ognuno di noi vive relazioni significative che influenzano il nostro percorso di vita, spesso le nostre scelte, i nostri comportamenti sono influenzati da fattori esterni o da esperienze vissute nell’ambito familiare: un intreccio di rapporti, di alleanze, di conflitti, di opportunità. A volte è necessario l’aiuto di un terapeuta che possa aiutare a comprendere le dinamiche presenti, facilitando la maggiore consapevolezza di alcuni meccanismi psicologici che inconsapevolmente influenzano le nostre azioni e il nostro sentire individuale e famigliare, facilitando così processi di crescita e cambiamento.
  • Attività di formazione genitoriale

I professionisti sono inoltre disponibili a sviluppare percorsi individualizzati, logopedici, di psicomotricità, di musicoterapia, psicoterapeutici per i bambini e per le loro famiglie.

 

Contatti

  • Tel. +39 0963 56 71 03
  • Cell. +39 388 19 64 130
  • Contrada Papuccio snc
  • 89900 - Porto Salvo (VV)
  • Calabria - Italy

Orari di apertura

Lun-Ven 8.00 - 17.00

Sabato 8.00 - 12.30

Seguici sui social

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta