Tel. +39 0963 567103 - info@scuolainfanzialacoccinella.it
Demo

Recensioni

"Care maestre è giunta l’ora che siamo noi a raccontare una storia a Voi…

C'era una volta un giardino incantato all'interno del quale, gironzolavano nove piccole coccinelle…alcune addirittura nemmeno camminavano né parlavano…

Al centro di questo giardino incantato, c'era una casa molto bella e, un bel giorno, incuriositi, noi coccinelle, entrammo a vedere cosa si trovava oltre quella grande porta…

Pian piano ci avvicinammo intimoriti ed anche incuriositi, di sapere cosa si trovava oltre quella porta…

Ed ecco! Dopo alcuni scricchiolii per poterla aprire, ci trovammo, alcuni zainetti appesi, piccoli piccoli, tanti disegni colorati eh già, non sembra vero ma capimmo subito che c’era aria di divertimento!  Così, sbirciammo oltre una porticina azzurra, dove di li a poco, per noi, si apriva un mondo tutto nuovo e per certi versi anche incantato proprio come le luci ed i colori di un circo…

Proprio la dietro, sopraggiungeva una signora di nome maestra Graziella, dicono che sia la direttrice di questa casa molto bella, a quanto abbiamo capito è il Capo di tutto questo eh!!!

Andando avanti ad aprire un’altra porta, ci veniva incontro un’altra signora chiamata maestra Pina!

Si, Pina una seconda mamma che ha cresciuto la maggior di noi bambini con tanto tanto amore…ci ha visti piangere, ridere, fare i primi passi, ci ha imboccato e persino ci ha sentito dire le prime paroline e, soprattutto ci ha stretto fra le sue braccia a cantarci la ninna nanna tra una coccola e l’altra e poi…quanti pannolini BLEA!!!!

Come non portarti nel cuore di ognuno di noi? Quante marachelle, giochi, sgridate…il tutto per farci crescere sani belli e pieni di felicità che la si leggeva nei nostri occhi! E se per caso qualcuno di noi faceva i capricci? Non esisteva proprio! Pina, era la pronta a farci distrarre facendoci subito passare la malinconia…e poi Pina, diciamoci la verità…quanta pazienza hai dovuto avere con i nostri genitori eh? Che stress!!! Altro che capelli bianchi!!!! Ti capiamo in pieno…perché cara Pina sappi che i nostri genitori STRESSANO ANCHE NOI!!!!

Poi, aprendo un’altra porta sopraggiungevano altre due signore chiamate maestra Beatrice e maestra Concita le quali, prendendoci per mano, una volta cresciuti, ci accompagnarono a fare un nuovo percorso pieno di tante cose da imparare….canzoncine, poesie e…uffa quanti lavoretti laboriosi ma diciamolo anche a voi che ci avete fatto sudare tanto tanto…beh, lo ammettiamo che alla fine eravamo sempre soddisfatti dei nostri lavori finiti…orgogliosi e pieni di gioia per aver fatto qualcosa di nuovo, qualcosa di speciale fatto solo con le nostre mani…

Andando avanti nel nostro percorso di scoperte, aprimmo un'altra porta dove c’era un'altra signora di nome maestra Angela…

Una maestra da un cuore d’oro e pure rigoroso ( dice )!!! Pensate che lei ci ha insegnato a fare anche le maestre e maestrini!!! Che fatica!!! Certo che con i piccoli di lavoro da fare queste qua ne hanno eh!!!

Appena entrati, ci accolse dicendo: “Benvenute coccinelle, questo sarà un anno duro dove dal gioco imparerete a spiccare il volo oltre questo giardino…”

Inizialmente ci guardammo tutti negli occhi perché non capivamo cosa volesse dire e, stupiti ma allo stesso tempo incuriositi, iniziammo a metterci a lavoro…penne e quaderni in mano e via!!! Era arrivato il momento di fantasticare su cosa saremmo potuti diventare da grandi: dottori, astronauti, avvocati, imprenditori o capitani del mare e perché no? Anche principi e principesse! Alla fine però, fantasticavamo giocando soprattutto, a mamma, figli e papà!

A proposito!!!! Abbiamo fatto un sogno proprio su di lei…abbiamo sognato che ci avrebbe insegnato a scrivere, leggere e sapete anche un’altra cosa? In quel sogno ci ha imparato anche a fare le addizioni con delle manine magiche dove le dita di quelle manine si alzavano e si abbassavano a nostro piacimento e seconda dei numeri!!!! Forte vero?

No, aspettate, lo ha fatto davvero!!! Quanta pazienza che hai avuto con noi nel poterci imparare a scrivere e leggere… i nostri bronci, le nostre litigate con i compagni e tu sempre la ad aiutarci a sorridere anche quando, a volte, di entrare in quella classe non volevamo saperne proprio!!!

Per non raccontarvi dell’ansia che ha avuto in questi ultimi giorni…sembrava quasi che qua la festeggiata doveva essere lei!!!! Ma, scherziamo per caso? Angela per favore, noi stiamo parlando di cose davvero serie!!!

Come potremmo mai dimenticarti?

Si, perché tu sei quella maestra che in questo mondo così incantato fatto di principesse, re, draghi, cowboy ed eroi dei nostri sogni ci hai portato al termine del nostro percorso in questo straordinario giardino dove, oggi, dicono alcuni, che ci dobbiamo salutare…

Col passare dei giorni capimmo il motivo per il quale, il primo giorno di accoglienza, ci disse quelle parole…

Forse perché anche noi dobbiamo spiccare il volo come tutte le coccinelle che diventano grandi? Angela non possiamo rimanere ancora un altro po’ ancora piccoli? Sappiamo che siamo grandi… ma è tutto così caotico per voi grandi!!!

Già, talmente tanto grandi che è giunta l’ora di lasciare questa casa tanto bella e tanto colorata piena di gioia e serenità…la nostra vera casa, forse, dove ognuno di noi ha passato tanto tanto tempo della giornata.

Sapete, i grandi dicono che i figli sono di chi li fa, si, ma secondo noi, sono soprattutto di chi li cresce e, voi con noi, lo avete proprio fatto tutte quante… e specialmente tu, Angela che non hai fatto altro che aprirci il tuo cuore ed accoglierci facendoci spazio tra tutte le altre coccinelle che con te, come noi oggi, hanno spiccato questo volo prima di noi… ti preoccupavi anche quando non dovevi!

-Dicono che è giunta l’ora di lasciarvi, si, perché siamo diventati grandi… ma perché? Eppure noi stiamo bene qua!

 -Dicono che la fuori ci aspetta un mondo tutto nuovo, ma come sarà? Cosa ne sarà di noi?

Quelle luci del circo che si sono accese su di noi appena arrivati piccini, oggi si spegneranno…

 Saremo pronti per salire su un altro palcoscenico ma divisi per sempre Angela, perché ci esibiremo in un circo lontano dal tuo ma con il nostro cuore e pensiero sempre rivolto su di te…tu che ci hai fatto rendere protagonisti di questo mondo fantastico proprio come lo è il circo, pieno di felicità, divertimento e anche pieno di tanto lavoro che sta dietro, al fine di poterci esibire nel migliore dei modi… tu ci hai resi così protagonisti della nostra vita quotidiana. Non basterà mai dirti grazie di cuore per averci reso dei piccoli adulti pronti a quel volo…straordinariamente unica

Ultimante siamo un po’ preoccupati di cosa ci succederà…non è vero…siamo solo preoccupati di lasciare tutte voi e il nostro mondo incantato che porteremo sempre nei nostri cuori…non ci potranno mai essere tanti abbracci e baci per ringraziarvi di tutto quello che, con amore, avete fatto per noi, per la nostra felicità, per un sorriso, per una carezza …

 

Con amore per sempre nei nostri cuori

Giorgia, Eva, Elena, Francesco, Giuseppe, Alessandro, Elia, Antonino, Andrea


21st June, 2019

Volete sapere se i luoghi diventano stato d'animo?
Non è che lo diventano, sono stato d'animo tutti i luoghi che in un modo o nell'altro ci appartengono. Un'esperienza che faccio continuamente. Quella di oggi è l'ennesima. 
Vado a prendere mio nipote in asilo. E fin qui nulla di che. Il fatto però è che l'asilo non è dei qualunque. È quello in cui ci ho cresciuto i miei figli; quello che ho frequentato con loro tutte le mattina per quasi 15 anni di fila. Senza mai fermarmi. La scuola dove con loro sono cresciuta anch'io. Dove ho provato gioie e sono state bene e anche male qualche volta. Come capita nelle case e nelle famiglie migliori d'altronde. La scuola dell'infanzia in cui i miei figli hanno giocato, cantato, recitato, mangiato e anche dormito. Sono stati cullati, accarezzati, rimproverati e anche baciati. 
L'avevo lasciata quasi cinque anni fa e da allora non ci ero più tornata. 
Oggi rimettendoci piede ho sentito sussultare l'anima. Può essere banale, esagerato, ma a quel questo mi sento di appartenere ancora. E la sensazione è stata intima e indescrivibile. 
Uno stato d'animo che volevo condividere con voi, ecco tutto.

 


24th January, 2018

Ho conosciuto " La Coccinella" 8 anni fa. La mia bimba aveva 11 mesi. Avevo paura che Sofia sentisse la mia mancanza. Davanti alla porta la maestra Pina che ha guardato la mia bimba con dolcezza e le ha detto: "vieni con me bambola?" Mia figlia è saltata sulle sue braccia,è stato amore subito. Sono andata via di là che mia figlia era felice e stava bene,ero felice. Anche il mio Andrea ha frequentato 6 anni sempre felicissimo. La Direttrice è molto acuta e attenta alle esigenze dei suoi ospiti le maestre sono eccezionali, molto preparate e amorevoli con i bimbi.L'esperienza per noi è finita da poco ma l'affetto verso Pina, Beatrice, Angela Graziella è sempre vivo. Piu' che una scuola è un paradiso felice per i bimbi. La consiglio vivamente!


7th November, 2016

Quanti bei ricordi mi legano a questo asilo ♥...un abbraccio forte a nonna Maria e Graziella...


16th October, 2016

Persone eccezionali..ho frequentato parecchi anni fa questo asilo e vi posso assicurare che è il posto migliore per lasciare i vostri bambini


29th August, 2016

Una mattina dei primi di Luglio, liberata la mente dai pensieri quotidiani, desiderosa di sole e di mare, mi recai alla marina di Briatico, fermandomi presso un rinomato lido.
Fui accolta da una bellissima struttura e dal fare familiare e cordiale dei proprietari. Mentre camminavo il bel mare azzurro, la sabbia dorata, pulita e illuminata da un caldissimo sole, fui attratta molto di più, da un vociare allegro di bimbi festosi, che giocavano nell'acqua come pesciolini, carichi di entusiasmo e di energia. L'acqua del mare li avvolgeva, li lambiva, li copriva, sembrava giocasse con loro. Attente e pronte ad intervenire c'erano delle figure adulte che sorvegliavano e carezzavano le testine bagnate dai riccioli scomposti. M'invase tanta tenerezza che mi spinse ad avvicinarmi e giocare con loro. 

Erano gli alunni della Scuola dell'Infanzia "La Coccinella" seguiti dalle insegnanti e dalla direttrice.

Ebbi modo di conoscere la direttrice, figura di alta capacità professionale, la quale mi spiegò della loro iniziativa sperimentale: continuare l'impegno didattico-ricreativo.

Il loro obiettivo principale "far vivere e godere in allegria, la gioia del mare a tutta la scolaresca"

Ho apprezzato e apprezzo la loro iniziativa, che con tanta audacia e tanto impegno hanno saputo coinvolgere le famiglie e dare un input nuovo alla scuola dell'infanzia. Hanno arricchito il loro programma di nuovi ed importanti principi didattici, facendo vivere una realtà diversa a trenta piccoli pargoli, dagli occhi vispi e la bocca ciarliera. Hanno saputo scegliere una struttura ben fatta ed adatta alla loro richiesta per spazi e possibilità ricreative.

Come spettatrice faccio i miei complimenti alla direttrice e alle insegnanti ed auguro loro di poter continuare nella sperimentazione di una scuola all'avanguardia, ricca di contenuti e degna di un compito altamente nobile: Educare nuove generazioni.


15th August, 2014

Web Development Company

Contatti

  • Tel. +39 0963 56 71 03
  • Cell. +39 388 19 64 130
  • Contrada Papuccio snc
  • 89900 - Porto Salvo (VV)
  • Calabria - Italy

Orari di apertura

Lun-Ven 8.00 - 17.00

Sabato 8.00 - 12.30

Seguici sui social

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta